Oggi dappertutto si scrive e si dice molto dell’importanza di seguire una dieta sana e ben bilanciata, nella quale sicuramente non dovrebbe mai mancare la verdura.

 

Ma perchè la verdura è così importante e, soprattutto è così raramente presente nella nostra alimentazione?

Caratteristica peculiare delle verdure e’ l’elevato contenuto in acqua ; mentre carboidrati, proteine e lipidi sono presenti in piccole quantità.
Il contributo fornito da esse per il raggiungimento della quota energetica giornaliera e’ molto modesto, quindi sicuramente trascurabile.

Hanno dunque un elevato potere saziante con poche calorie ed ecco svelato uno dei motivi per cui, dietologi, nutrizionisti e dietisti ne consigliano un largo consumo.

L’importanza delle verdure deriva dal loro apporto vitaminico-minerale anche se nonostante svolgano primariamente questa funzione, non significa che mangiandone in grandi quantita

vengano soddisfatti i fabbisogni gionalieri di tutte le vitamine e di tutti i minerali.

 

Ad esempio:

l’apporto di vitamine del gruppo B, fatta eccezione forse per gli asparagi, e’ quasi del tutto trascurabile. Sono presenti infatti per lo piu’ in carni, latte e derivati e uova. La vitamina C è presente in scarse quantita’ in alcune verdure mentre in altre è elevatissima.
Alcune verdure come carote, spinaci, lattuga, radicchio, sedano sono invece ricche di caroteni (carotenoidi) precursori della vitamina A, quindi in altre parole permettono al nostro corpo di “costruirsi” tale vitamina. Tali sostanze sembrano inoltre avere un importante ruolo nella prevenzione di alcuni tipi di cancro ed alcune malattie croniche per le loro proprieta’ antiossidanti.

Per quanto riguarda i minerali, normalmente le verdure a foglia rappresentano una buona fonte di calcio e ferro, tuttavia, in quanto si trovano associati con altre sostanze, vengono poco utilizzati dal nostro organismo.

A tal proposito e’ bene ricordare che le migliori fonti di calcio utilizzabile per il nostro organismo sono latte e derivati, mentre il ferro maggiormente usufruibile lo ritroviamo in carni e uova.

Nelle verdure, soprattutto quelle a foglia, troviamo anche oligoelementi essenziali quali manganese, rame, zinco, ecc. di cui non puo’ essere dimenticata l’importanza per il nostro organismo. Alcuni di essi hanno azione antiossidante protettiva, altri ancora sono costituenti delle membrane cellulari, di molti enzimi ed intervengono nel metabolismo di carboidrati, proteine e lipidi.

Un elemento fin’ora trascurato, ma sicuramente non per questo meno importante delle verdure e’ il contenuto di Fibra (cellulose, emicellulose, pectine) la quale ha il grande compito di favorire il transito intestinale, contribuendo per questo motivo a prevenire l’insorgenza di alcune malattie piu’ o meno gravi dell’apparato gastrointestinale.

Da tutto ciò si enuncia l’importanza di mangiare verdura quotidianamente e nonostante ormai se ne parli spesso, il consumo non e’ molto elevato, forse per pigrizia, forse per “cattive” abitudini alimentari.
Ad ogni pasto dovrebbe sempre associarsi un po’ di verdura, magari mista, con i suoi colori e aromi sempre unici, dissetante e rinfrescante, saziante e con pochissime calorie.
Quindi non resta che provare ad assaggiarla o a reintrodurla nella nostra abituale dieta.

 

 

 

Tratto da https://www.adieta.it/importanza_della_verdura.htm

Annunci