Chi è il bullo?

Ci chiediamo cosa sia il bullismo perchè non è un problema individuale….

Il bullo è un ragazzo/a che ,tramite azioni compiute influisce sulla vita di altri ragazzi. Molto spesso sono in gruppo e non hanno pietà per  nessuno.

Esistono diversi tipi di bullismo, che si dividono principalmente in bullismo diretto e bullismo indiretto.

Il bullismo diretto è caratterizzato da una relazione diretta tra vittima e bullo e a sua volta può essere:

  • bullismo fisico: il bullo colpisce la vittima con colpi, calci, spintoni, sputi o la molesta sessualmente;
  • bullismo verbale: il bullo prende in giro la vittima, dicendole frequentemente cose cattive e spiacevoli o chiamandola con nomi offensivi, sgradevoli o minacciandola, dicendo il più delle volte parolacce e scortesie;
  • bullismo psicologico: il bullo ignora o esclude la vittima completamente dal suo gruppo o mette in giro false voci sul suo conto;
  • cyber-bullismo o bullismo elettronico: il bullo invia messaggi molesti alla vittima tramite SMS o in chat o la fotografa/filma in momenti in cui non desidera essere ripreso e poi invia le sue immagini ad altri per diffamarlo, per minacciarlo o dargli fastidio.

Il bullismo indiretto è meno visibile di quello diretto, ma non meno pericoloso, e tende a danneggiare la vittima nelle sue relazioni con le altre persone, escludendola e isolandola per mezzo soprattutto del bullismo psicologico e quindi con pettegolezzi e calunnie sul suo conto.

 

 

 

 

 

Annunci

violenza e animali

Violenza e Animali
La violenza sugli animali è scorretta ma non tutte le persone lo pensano.
I cani sono esseri viventi non sono giocattoli da maltrattare ma sono come le persone vanno trattate con cura, affetto e rispetto.
Quando prendi un cane devi essere convinto di ciò che fai perché un cane va rispettato come un essere umano.
Secondo noi non si dovrebbero maltrattare gli animali ma molti di noi compiono questa brutte azioni nei confronti degli esseri più indifesi come gli animali.
Noi in realtà pensiamo che le ragioni dei maltrattamenti siano diverse.
Pensiamo che certe persone credano che il cane sia un gioco, altre li abbandonano per il carattere inaspettato, altri perché quando sono piccoli sono carini e divertenti ma quando crescono e diventano grandi possono ammalarsi o invecchiando richiedono maggiori cure.
Dire a una persona animale è un’offesa.
Secondo voi chi è il vero animale?

L’importanza del cibo per gli esseri umani

L’importanza del cibo per gli esseri umani: quali le implicazioni etiche e sociali? Quali le conseguenze sulla salute derivanti dalla nostra alimentazione?

Da sempre il cibo è fondamentale nella nostra vita quotidiana; ma, se nel passato si parlava del cibo perché non c’era o non bastava, oggi invece si parla in continuazione di diete, di calorie in eccesso perché capita di esagerare mangiando cibi grassi o ricchi di zucchero.

Anche la televisione e la pubblicità contribuiscono al consumo sconsiderato di cibo. Numerose sono le trasmissioni dedicate alla cucina, mentre tra un cartone animato e l’altro vengono introdotte immagini di merendine ipercaloriche, patatine o dolciumi che spingono i giovani ad acquistarli. Se ci aggiungiamo la vita sedentaria che sempre più conduciamo, si spiega perché i ragazzi d’oggi tendono ad ingrassare sempre di più.
Una possibile soluzione, dimostrata da diversi studi statistici, sarebbe quella di diventare vegetariani; infatti secondo il medico scienziato Umberto Veronesi, mangiare prevalentemente frutta, verdura e legumi ridurrebbe il rischio di sviluppare gravi malattie come cancro e diabete.
Oltretutto, poiché il 60% di cereali prodotti nel mondo fa da mangime per gli animali d’allevamento, una riduzione dei consumi di carne consentirebbe di disporre di una maggior quantitativo di cereali da ridistribuire alle popolazioni povere.
Come se non bastasse, per produrre un Kg di carne, è necessario un dispendio d’acqua pari a circa 30.000 litri.
Oltre che per ragioni salutari, i vegetariani scelgono di diventarlo per una questione etica.
Anche se diventare vegetariani sembra una possibile soluzione, esiste l’altra faccia della medaglia: il pericolo è rappresentato dagli OGM che si stanno diffondendo sempre di più. Molti sostengono che gli OGM sradicherebbero la fame nel mondo grazie ad una produzione in ambienti difficili, ma il loro consumo potrebbe anche far sviluppare nuove malattie.

A sostegno di un buon uso di frutta e verdura un recente studio dell’Imperial College di Londra ha scoperto che bisognerebbe mangiare ben dieci porzioni tutti i giorni, anziché cinque. Ma la maggior parte della popolazione fatica ad assumerne cinque, figuriamoci dieci!
Per concludere, posso affermare che il nostro modo di mangiare influenza la nostra salute ma, indirettamente, anche il mondo che ci circonda.

P. Nicholas

Le etichette alimentari a modo mio

Quest’anno abbiamo progettato con le professoresse di tecnologia delle etichette alimentari seguendo gli aspetti dei contenuti, della leggibilità e della presentazione grafica.

Quasi tutti i ragazzi si sono impegnati molto. Qui sotto mettiamo alcuni “prodotti” realizzati dalle classi 2^A e 2^E.

A voi il compito di votare il migliore


prodotto 1

prodotto 2

prodotto 3

prodotto 4

prodotto 5

prodotto 6

prodotto 7

prodotto 8

prodotto 9

prodotto 10

prodotto 11

prodotto 12

 

Vota 3 prodotti che a tuo parere sono riusciti meglio e ti convincono di più!!

 

L’amore è un punto di vista

In un dibattito in 3°D, abbiamo iniziato a discutere sull’Amore e cosa significa per un ragazzo\a .

Introdotti dal professore noi ragazzi abbiamo iniziato ad esprimere i nostri punti di vista e ciascuno di noi ha descritto le caratteristiche per definire un ragazzo/a ideale. Le ragazze preferiscono l’uomo intelligente e gentile, mentre i ragazzi badano molto all’aspetto fisico e al carattere.  Questo ha portato alcuni alunni a capire i diversi punti di vista e i gusti dei propri compagni e giungere ad alcune conclusioni.Si è parlato anche del lato femminile e maschile di ciascuna persona, aspetti che influiscono sulle scelte d’amore: sia per le ragazze che per i ragazzi ciascuno può sviluppare o privilegiare un lato rispetto all’altro. Tuttavia è emerso anche che un lato difficile da individuare è il riconoscimento delle proprie emozioni.

Brutte storie: una serie immortale di storia… immortale

Siete negati in storia e nell’ultima verifica avete pensato che i Sioux fossero dei Pokemon? Allora questa serie di libri fa per voi. : )

Scritta dall’inglese Terry Deary, prende in giro la storia ma senza strafare. Racconta al lettore in maniera ironica e con l’aggiunta di fumetti che aiutano meglio a capire ciò di cui si parla. Spesso i personaggi dei fumetti sono le persone stesse di cui si parla.  Le pagine non sono tante ( poco più di 100 ) ma sono leggibilissime e i caratteri sono grandi. Tra un capitolo e l’altro si trovano quiz difficilissimi creati apposta per “far scoppiare in lacrime anche il professore più esperto” e curiosità per riempire un po’ del cervello, visto che c’è tanto spazio.

 

La collana brutte storie copre tutte le epoche esistenti, dall’età della pietra alla seconda guerra mondiale, spiegate meglio di un libro di storia di prima categoria, ma senza annoiare il lettore, sfatando tutti i miti conosciuti su personaggi leggendari, come il ritorno di Giovanna d’Arco e le gesta dell’incredibile(in tutti i sensi) San Giorgio, e creandone di nuovi. I titoli sono stati pubblicati tutti da Salani e costano un po’, ma essendocene una collezione completa nelle biblioteche della provincia si possono ordinare e leggere con tutta calma.

 

A mio avviso titoli più belli sono:

          

 

  1. Rovinosi Romani (con i consigli per evitare che una mucca vi salga sul tetto a portarvi sfortuna);
  2. Inauditi Stati Uniti (l’unico libro che vi insegna come organizzare una guerra  civile);
  3. Ribollenti Rivoluzioni (include immagini della collezione autunno-inverno 1789);
  4. Irosi Irlandesi (scoprite come diventare invisibili in battaglia);
  5. Villosi Vichinghi (all’interno le istruzioni per costruire un drakkar);
  6. Callosi Cavalieri e Mefitici Manieri (contiene il metodo per diventare cavalieri);
  7. Incavolati Incas (leggete come farvi eleggere divinità);
  8. Atroci Aztechi (imparate a fare sacrifici di massa);

 

Le serie “brutte scienze”, “morto che parla”,” brutta geografia”, “una cultura pazzesca” non sono state scritte da Deary ma contengono tracce del suo stile di scrittura.

Scritto da Unnamed#Writers ( Nicolò B. )

Cosa conta nella scelta della scuola del tuo futuro?

Ci sono tante cose che giocano a favore o contro le nostre scelte… vorremmo saperne di più!

Partecipa al nostro sondaggio!!