Come scegliere la scuola superiore?

Arrivati in terza media dobbiamo porci questa domanda che sarà la nostra prima decisione importante e che avrà un ruolo fondamentale per la creazione del nostro futuro.
Le tipologie di scuole superiori in cui possiamo accedere in Italia sono tre:

• I licei
• Gli istituti tecnici
• Gli istituti professionali

I licei sono di diversi tipi, come quello classico, scientifico, artistico, linguistico e delle scienze umane.
Questo tipo di scuola superiore è la più impegnativa perché ti forma su campi di studio molto ampi che variano in base al tipo di liceo scelto, e ti dà le basi di studio che userai all’università. Infatti uscire da un liceo senza proseguire gli studi è una mossa stupida perché il diploma rilasciato da questa scuola non ti prepara per nessun tipo di lavoro e attività.

Anche gli istituti tecnici si dividono in categorie; queste diramazioni sono:

• L’ istituto tecnico economico
• L’istituto tecnico tecnologico

L’ istituto tecnico economico prevede quattro specializzazioni:

  • Economia
  • Marketing
  • Turismo
  • Sistemi informativi per l’azienda

L’ istituto tecnico tecnologico prevede invece svariate specializzazioni:

  • Meccanica
  • Meccatronica
  • Energia
  • Trasporti
  • Logistica
  • Elettronica
  • Elettrotecnica
  • Automazione
  • Informatica
  • Telecomunicazioni
  • Chimica
  • Biologia
  • Grafica
  • Moda
  • Calzature
  • Geotecnica
  • Scienze dei materiali
  • Scienza alimentare
  • Edilizia

Entrambi gli istituti ti formano professionalmente in uno di questi settori e alla fine degli studi avrai un diploma come perito sulla materia approfondita. A questo punto potrai decidere se proiettarti nel mondo del lavoro o proseguire gli studi all’ università.
La particolarità della scuola è che accompagnate alle ore scolastiche di studio ci sono anche ore di laboratorio in cui si svolgono praticamente gl’ argomenti studiati in classe, a differenza del liceo dove ci sono solo ore di studio.
Gli istituti professionali hanno all’ incirca le stesse specializzazioni degl’istituti tecnici, ma con l’aggiunta di qualche attività più “pratica”.
Infatti hanno più ore di laboratorio e quindi una formazione più pratica.

Quindi:

1. Se sei una persona a cui piace studiare, non hai difficoltà nello studio e hai le idee chiare sul lavoro che vorrai fare, scegli un liceo, ti darà le basi solide per affrontare l’università nei migliori dei modi.

2. Se sei invece una persona creativa, ingegnosa, e con tanta voglia di imparare, anche divertendosi, scegli un istituto tecnico, ti darà la possibilità di andare a lavorare subito dopo aver finito gli studi e di andare all’ università, magari scegliendo l’indirizzo che avevi studiato alle superiori, essendo così molto avvantaggiato.

3. Se sei invece una persona a cui non piace molto studiare o è in difficoltà, ma che vuole comunque farsi valere, scegli un istituto professionale, dove avrai tante ore di laboratorio e lavoro pratico. In questo modo starai poco sui libri, ma imparerai comunque tante cose mettendoci tanto impegno.

Annunci