Siete negati in storia e nell’ultima verifica avete pensato che i Sioux fossero dei Pokemon? Allora questa serie di libri fa per voi. : )

Scritta dall’inglese Terry Deary, prende in giro la storia ma senza strafare. Racconta al lettore in maniera ironica e con l’aggiunta di fumetti che aiutano meglio a capire ciò di cui si parla. Spesso i personaggi dei fumetti sono le persone stesse di cui si parla.  Le pagine non sono tante ( poco più di 100 ) ma sono leggibilissime e i caratteri sono grandi. Tra un capitolo e l’altro si trovano quiz difficilissimi creati apposta per “far scoppiare in lacrime anche il professore più esperto” e curiosità per riempire un po’ del cervello, visto che c’è tanto spazio.

 

La collana brutte storie copre tutte le epoche esistenti, dall’età della pietra alla seconda guerra mondiale, spiegate meglio di un libro di storia di prima categoria, ma senza annoiare il lettore, sfatando tutti i miti conosciuti su personaggi leggendari, come il ritorno di Giovanna d’Arco e le gesta dell’incredibile(in tutti i sensi) San Giorgio, e creandone di nuovi. I titoli sono stati pubblicati tutti da Salani e costano un po’, ma essendocene una collezione completa nelle biblioteche della provincia si possono ordinare e leggere con tutta calma.

 

A mio avviso titoli più belli sono:

          

 

  1. Rovinosi Romani (con i consigli per evitare che una mucca vi salga sul tetto a portarvi sfortuna);
  2. Inauditi Stati Uniti (l’unico libro che vi insegna come organizzare una guerra  civile);
  3. Ribollenti Rivoluzioni (include immagini della collezione autunno-inverno 1789);
  4. Irosi Irlandesi (scoprite come diventare invisibili in battaglia);
  5. Villosi Vichinghi (all’interno le istruzioni per costruire un drakkar);
  6. Callosi Cavalieri e Mefitici Manieri (contiene il metodo per diventare cavalieri);
  7. Incavolati Incas (leggete come farvi eleggere divinità);
  8. Atroci Aztechi (imparate a fare sacrifici di massa);

 

Le serie “brutte scienze”, “morto che parla”,” brutta geografia”, “una cultura pazzesca” non sono state scritte da Deary ma contengono tracce del suo stile di scrittura.

Scritto da Unnamed#Writers ( Nicolò B. )

Annunci