Immigrazione: passato presente e futuro

l’immigrazione è un fenomeno che esiste da quando è apparso l’uomo sul pianeta…


Che cosa sono l’immigrazione e l’emigrazione?

L’immigrazione è l’insediamento e la permanenza con carattere temporaneo o definitivo in un luogo, di persone provenienti dall’estero o da altre zone del territorio nazionale in cerca di lavoro o di miglioramento economico. Mentre l’emigrazione è l’espatrio, o spostamento regionale, per lo più a scopo di miglioramento economico o per motivi politici.

Motivi migratori

L’individuazione delle cause dell’emigrazione, cioè dei fattori di espulsione e di attrazione che provocano o incidono sul fenomeno migratorio, si collega con la lettura e l’interpretazione dei fenomeni sociali. Esse hanno bisogno di una ricerca con più cause per spiegare il campo di forze che interagiscono sul fatto migratorio e, per questo, esse hanno bisogno di una analisi che sappia individuare e pesare i fattori che intervengono.
Tra le cause dell’emigrazione si distinguono di solito:
1. i fattori naturali (scarsità di risorse per lo sviluppo del gruppo umano, disastri naturali);
2. i fattori umani: esogeni (al gruppo coinvolto nell’emigrazione). che possono essere, a loro volta, straordinari (guerre, persecuzioni) o inerenti ai processi socioeconomici e alle politiche di popolazione degli Stati ; oppure endogeni (al gruppo coinvolto nell’emigrazione), quali i bisogni (necessità di ottenere i mezzi indispensabili di vita per sé e il gruppo sociale) e i timori (di perdere tali mezzi indispensabili) o come pure, in positivo, le aspirazioni, i desideri. la ricerca di opportunità tanto sul piano individuale che del gruppo familiare o allargato, la ricerca di migliori condizioni di vita, condizioni abitative, istruzione, salute, cultura, tempo libero. A questi fattori umani endogeni si ispira, in particolare, la teoria delle aspirazioni di CHOMBART de LOWE.

Dati immigrazioni in Italia

Quando si parla di immigrazione in Italia si commette spesso l’errore di pensare che si tratti di un fenomeno recente.
Invece si tratta di un fenomeno strutturale da almeno 25 anni e che presenta caratteristiche proprie dalla fine della seconda guerra mondiale.
Il pregio di rimettere nella giusta prospettiva storica i diversi flussi migratori che si sono avvicendati nel corso degli ultimi settant’anni,si è molto sviluppato però non ha ancora ragginto la posizione adeguata per guidare le diverse classi sociali alla comprensione dell’argomento.

(Lorenzo M.,Raul A.,Francesco R. 3A)

(Vittoria M.,Alessandro D.,Salma B. 3B)

 

Annunci